Ruota il telefono!
IT
DE
EN

TAMARA

I miei primi 35 anni

BIOGRAFIA

DI UNA SOGNATRICE

" Sono una sognatrice innamorata delle montagne "

Nata a Bolzano nel 1986, figlia di un noto scialpinista italiano, ha vissuto tutta la sua vita sulle montagne. Forse per questo è stato inevitabile che la montagna avesse una così forte influenza nella sua vita, e diventasse la sua passione. Nel 2014 raggiunge la vetta del K2 come seconda donna italiana nella storia dell'alpinismo.

" Ogni momento che trascorro in montagna mi rende più consapevole di chi sono e più grata alla vita "

Fin da quando era piccola, Tamara ha praticato tanti diversi sport, anche l'atletica leggera (due volte vice-campionessa italiana nel lancio del disco), ma la sua vera passione, la montagna, è rimasta negli anni invariata. Nel 2002 inizia a praticare lo scialpinismo e a cimentarsi nelle sue prime gare. Come membro della squadra nazionale è riuscita a vincere titoli importanti: tra questi quello di campionessa italiana nel 2006 e 2008, di vice-campionessa nel 2007, ha vinto la Pierra Menta nel 2007 e nel 2008 e anche il titolo di campione del mondo sulla lunga distanza sempre nel 2008.

Dopo questo periodo di gare di sci-alpinismo ha avuto bisogno di nuove sfide in alta montagna. Già all'età di 14 anni aveva il sogno di scalare un ottomila e da sempre una certa idea di come doveva essere. E nel 2009, con la sua prima esperienza alpinistica in Nepal, poté confermare a sé stessa che quell'idea era corretta. Da allora, le cose sono state chiare a Tamara: "questa è la vita che voglio, niente di diverso".

RISULTATI

GARE, ALPINISMO E PROGETTI SPECIALI

" Nel mio modo di vivere la montagna non è importante il confronto con le altre alpiniste, quanto la sfida con me stessa..."

GARE DI SCI ALPINISMO DAL 2013

2 volte Campionessa Italiana
2008  _  Campionessa del Mondo (under 23)

ALPINISMO D'ALTA QUOTA DAL 2009

2009  _  Island Peak (6189 m)
2010  _  la donna più giovane sul Lhotse (23 anni), con ossigeno
2010  _  Cho Oyu (8210 m), senza vetta
2011  _  Khan Tengri (7010 m)
2012  _  Muztgah Ata (7546 m)
2012  _  Broad Peak (8047 m), senza vetta
2013  _  Pik Lenin (7134 m)
2014  _  K2 (8611 m), senza ossigeno
2015  _  Tenta la salita invernale del Manaslu (8163 m) con Simone Moro. Nella fase di acclimatamento aprono una nuova via in stile alpino sulla parete nord dell'Island Peak (6182 m) e fanno una prima salita del Kang Lemo Central (6100 m).

GARE DI ULTRA TRAIL RUNNING DAL 2013

2013  _  2o posto alla Transalpinerun in team con Annemarie Gross
2014  _  1o posto alla Transalpinerun in team con Annemarie Gross

PROGETTI SPECIALI

2013  _  The great crossing - la traversata di sci alpinismo in Pakistan la salita di due vette inviolate e senza nome (6345 m and 6489 m)

" Che cosa sarò ancora capace di raggiungere, fino a che punto saprò sopportare gli sforzi fisici e psichici ? "

Chiudi

TOUR SPAGNA

Chiudi
Modale

PER LA 2° EDIZIONE DEL SUO TOUR ALL’INSEGNA DELLO SPORT: QUESTA VOLTA IN 70 GIORNI IN SPAGNA

Dopo il successo dell’edizione italiana 2020, l’alpinista altoatesina replica il suo progetto alla scoperta del territorio spagnolo e delle sue bellezze naturalistiche e culturali. Primo obiettivo: una scalata al Montserrat in Catalogna.

Tamara si concentrerà nella zona dei Pirenei dove affronterà 13 delle 18 cime oltre i 3000m tra natura selvaggia e paesini incantevoli e avrà modo di entrare strettamente a contatto con la cultura spagnola, partendo con una scalata al Montserrat in Catalogna.

A seguire, si sposterà in camper verso la catena montuosa della Sierra Nevada, patrimonio dell’UNESCO e riserva della biosfera, dove la attendono altre tre cime in un paesaggio di fiumi torrenziali, gole, laghi e ampie vallate.

Per concludere il suo tour tra le montagne spagnole, Tamara si sposterà a Tenerife dove salirà le ultime due cime oltre i tremila, tra cui il Vulcano Teide (3.715 m.), la cima più alta di tutta la Spagna e una delle strutture vulcaniche più imponenti e voluminose del pianeta, dopo il Mauna Ioa e il Mauna kea delle Hawaii.

Tamara è pronta ad affrontare numerose avventure attraverso attività multisport in montagna su roccia, in acqua, per aria e su strada. Oltre al trekking per raggiungere le cime, l’alpinista altoatesina ha in programma le vere e proprie scalate e arrampicate, nei posti più famosi e belli della Spagna. Un altro mezzo che utilizzerà durante il tour sarà la bicicletta  che rappresenterà uno strumento importante di riscaldamento e preparazione per affrontare le salite con le proprie gambe. Utilizzerà anche il parapendio e non mancheranno attività di kayaking.

Un viaggio esplorativo di 70 giorni alla scoperta dei paesaggi incantevoli e delle tradizioni spagnole, ma anche di celebrazione e ricordo. Infatti, Tamara avrà modo di vivere da vicino la terra e le tradizioni del Paese di Sergi Mingote, alpinista catalano che perse la vita lo scorso gennaio nel tentativo di conquistare il K2 in invernale.

Durante il tour, Tamara incontrerà diversi atleti che la accompagneranno in alcuni momenti e condivideranno con lei precisi obiettivi sportivi come Stefi Troguet, alpinista spagnola che ha raggiunto nel 2019 il Nanga Parbat e Manaslu, e i fratelli Pou, scalatori e alpinisti famosi di Maiorca.

Questo sito utilizza cookie, piccoli file di testo scaricati sul tuo dispositivo quando navighi il sito web. Per saperne di più leggi la nostra politica sulla privacy. Cliccando su un elemento, scorrendo la pagina o cliccando sul bottone Accetto, accetti l'utilizzo dei cookie.    Accetto